it+39-0831-81.16.47
·
[email protected]
·
Mon - Fri 09:00-19:30
Online Advice

SOSPENSIONE DEL DECRETO DI ESPULSIONE

OTTENUTA LA SOSPENSIONE DEL DECRETO DI ESPULSIONE.


Se l’atto di opposizione al decreto di espulsione (per diniego rinnovo del permesso di soggiorno per motivi familiari) è ben motivato sulla effettiva esistenza di un diritto e del pericolo, la sospensione del decreto di espulsione è accoglibile.

Chi è addentrato in queste questioni diritto processuale sa bene che la fase della sospensiva importantissima! Per i non addetti ai lavori, la fase della sospensiva è quel momento in cui il giudicante si forma una idea sul caso.  Come effetto della richiesta il Giudice verificherà se sono sussistenti i requisiti previsti per legge:

1) fondatezza della domanda con pregiudizio dei diritti e, 2) grave ed irreparabile danno. Qualora sussistano detti requisiti il Magistrato di turno concederà, quasi sicuramente, la richiesta sospensiva del decreto di espulsione.


Casi particolari.

   Lo avevo scritto nelle pagine di questo blog, quando abbiamo trattato del “diniego del permesso di soggiorno per motivi familiari” di una nostra cliente Brasiliana.

   Nella vita quotidiana ci sono situazioni meritevoli  di ottenere i rimedi previsti per legge – in questo caso diritto alla sospensione del decreto di espulsione – perché non solo fondati da un punto di vista giuridico ma che toccano le corde del cuore.

Riachiamando i fatti del caso.

  1. Una cittadina Brasiliana, sposata da tempo con un Italiano presenta  istanza di rinnovo del permesso di soggiorno per motivi familiari;
  2. La Questura effettua nell’arco di quasi sei mesi un singolo accesso presso la residenza della straniera al fine di verificare la permanenza sul territorio italiano. Nella circostanza gli agenti non trovano la straniera, trasferitasi momentaneamente in altro luogo per motivi personali (malattia grave della propria mamma);
  3. La cittadina Brasiliana, dopo molti mesi dalla venuta degli agenti, riceve una raccomandata con la quale si preavvisa il rigetto della istanza di  rinnovo permesso di soggiorno per motivi familiari. Quest’ultima si reca in Questura per capire il perchè del rigetto ed eventualmente giustificare la propria assenza al momento della venuta degli agenti.
  4. Ne segue, purtroppo, l’emissione di un provvedimento del Questore di rigetto della istanza di rinnovo del permesso di soggiorno per motivi familiari.
  5. L’ufficio, nel provvedimento però, omette del tutto di indicare quale è il reale motivo. Riportando genericamente la normativa di riferimento, senza però specificità della violazione contestata.

Cosa è successo dopo il deposito del ricorso?

    Pochi giorni fa, il Tribunale di Lecce – Sezione specializzata in materia di immigrazione, ha emesso un provvedimento di accoglimento della istanza di sospensione.

Vorrei condividere quanto fatto per la tutela dei diritti della mia assistita.


PERCHE’ IL PROVVEDIMENTO DI SOSPENSIONE E’ INTERESSANTE?

   Ritengo che il provvedimento di accoglimento dell’istanza di sospensione sul decreto di espulsione emesso dalla Questura sia meritevole di diffusione.

   Innanzi tutto, per far meglio comprendere come si sviluppa il processo in diritto dell’immigrazione. In secondo luogo per dare certezze alle persone colpite da provvedimento di espulsione per diniego del permesso di soggiorno per motivi  di famiglia che non devono temere.

In caso di fondatezza delle proprie ragioni la difesa tecnica garantirà la tutela dei propri diritti.


COSA BISOGNA EVIDENZIARE AL MAGISTRATO?

  Nella redazione dell’atto di difesa, ed in particolare nella motivazione della istanza di sospensione, bisogna come detto, far emergere sin da subito quali sono i pregiudizi derivanti dal perdurare della “esecutività”.

Nonchè quelli che sono i gravi ed irreparabili danni che si verificherebbero in caso di non sospensione.

 Nel caso da me affrontato ho, appunto, evidenziato che l’espulsione avrebbe compromesso il matrimonio.Arrivando a distruggere le relazioni sociali create. L’espulsione, poi, avrebbe di fatto compromesso il in particolare un diritto umanamente riconosciuto il diritto all’unità familiare.

Qui quanto da me scritto:

ISTANZA DI SOSPENSIONE

dell’efficacia del diniego di permesso di soggiorno e dell’ordine di allontanamento cui ci si oppone perche’ emesso in violazione dell’art. 19 co., 2 lett. c d.lgs 286/98.

Il provvedimento di diniego di permesso di soggiorno contiene anche l’ordine di allontanamento della ricorrente dal territorio dello Stato entro 15 giorni lavorativi dalla sua notifica.

Da ciò discende che, qualora il provvedimento non fosse sospeso, la signora XXXXXXXX sarebbe tenuta a recarsi in Brasile o, peggio ancora, sarebbe espulsa dal territorio dello Stato verso il Brasile con grave lesione al suo diritto all’unità familiare, avendo, oltre al marito, molti dei suoi parenti in Italia.

Da tutto quanto sopra emerge che sussiste il presupposto dell’urgenza che consente la sospensione dell’efficacia del provvedimento per cui è causa anche inaudita altera parte.

   All’ordine di allontanamento rivolto alla ricorrente in ogni caso con il presente atto ci si oppone perchè adottato in violazione dei presupposti di cui all’art. 19 co. 2 lett. C D.Lgs 286/98, in quanto, non essendo stata appurata la mancanza di convivenza, né la fittizietà del matrimonio, lo stesso non poteva essere emesso, avendo anzi la ricorrente diritto al soggiorno permanente sul territorio dello Stato ex D.Lgs. 30/2007.

COME HA MOTIVATO IL TRIBUNALE IL PROVVEDIMETO?

Anche il Giudice ha dovuto motivare il provvedimento di concessione della sospensiva. Qui l’estratto del provvedimento che così recita:

ritenuto che, con riferimento all’istanza di sospensione, sussiste pericolo imminente di pregiudizio grave ed irreparabile tenuto conto dei motivi di impugnazione e del fatto che l’esecuzione comporterebbe l’espulsione del ricorrente; in caso di espulsione, infatti, in ipotesi di accoglimento del ricorso la sua concreta esecuzione risulterebbe estremamente difficoltosa;

SOSPENDE L’EFFICACIA ESECUTIVA DEL PROVVEDIMENTO IMPUGNATO

 

Si spera che queste righe possano tornare utili a chi si trova ad affrontare situazioni simili. Si rimane a disposizione per ogni chiarimento sul caso

 

HAI TROVATO INTERESSANTE QUESTO ARTICOLO?
ESPRIMI UN VOTO O CONDIVIDI

Voto complessivo
Dai un voto al post
[Total: 0 Average: 0]

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.